Solimano Pontarollo: Attore

Il Blog   

21 Agosto 2014

prova ' prova " prova

prova ' prova " prova

Ultima modifica: 21 Agosto 2014  alle ore 12:41   |   Commenti (0)   |   Scrivi

13 Luglio 2014

GIULIETTA E ROMEO RE LIFE


 Dal 20 al 24 luglio

Piazze e luoghi Shakespeariani

GIULIETTA E ROMEO

RE LIFE

 

“for never was a story of more woe,

than this of Juliet and her Romeo”

William Shakespeare, Romeo and Juliet, epilogue

Stessi giorni, stesse ore, stessi luoghi!

5 giorni per la rievocazione storica … mai vista prima.

Un’operazione unica: dalla domenica al giovedì, nei tempi scanditi da Shakespeare, corpi, azioni e testo: Giulietta e Romeo tornano in vita … fino alla morte!

GIULIETTA KATIA MIRABELLA

ROMEO ANDREA PERGOLESI

PAPA' CAPULETI  SOLIMANO PONTAROLLO

MAMMA CAPULETI CAROLINE PAGANI

TEBALDO IVAN OLIVIERI

MERCUZIO ALESSANDRO ALBERTIN

BALDASSARRE PAOLO OTTOBONI

PRINCIPE FABIO SCOLARI

BALIA PAOLA FIORE DONATI

FRATE LORENZO TEODORO GIULIANI

FARMACISTA MARCO TIZIANEL

MONTECCHI E CAPULETI ORDINE DELLE LAME SCALIGERE

Regia Solimano Pontarollo – Tecnico Audio Marco Recchia – Riprese video Ekoue Codjovi – Costumi Sartoria – Duelli Ordine Lame Scaligere – Sala prove Biblioteca civica - Responsabile web Barbara Polato – Grafica Mario Borchia e Giulia Rebecca - Supervisione Cinzia Storari - Amministrazione Patrizia Merlini - Ufficio stampa Maya Amenduni


 NOTE DI REGIA

 

RE LIFE, come Real Life o Re Alive.

 

L’idea nasce da un’esigenza: sposare la storia di Giulietta e Romeo con la città che da essa è stata si fortemente influenzata e identificata.

 

Un riprendere in mano l’identità della città e la sua struttura architettonica che proprio a causa, o grazie a, Giulietta e Romeo fu elaborata come la conosciamo oggi da lungimiranti amministratori della città.

 

L’idea nasce da un voler vivere il frenetico succedersi degli eventi previsti dalla realtà letteraria, traducendolo nel tempo reale. Un incontro sorprendente tra teatro e reality, un grande fratello del teatro in cui però non si chiede a delle persone di fare di se stessi personaggi, al contrario: i personaggi ci sono, esistono nell’immaginario mondiale, hanno una personalità che emerge dall’incontro degli stessi con gli attori che li interpretano, e gli attori saranno strumento di vita per gli stessi.

 

L’idea nasce per fare che Città e Storia siano legate per la prima volta e per la prima volta nessune delle due sarà strumento dell’altra, ma entrambe co-protagoniste. In un intreccio nel quale riconoscersi insieme.

 

L’idea nasce per lavorare su un percorso interpretativo che miri a porre dubbi anziché certezze, puntando a mettere gli interpreti nella condizione di chiedersi sempre qual è l’elemento di rottura, il conflitto interiore, il disagio generazionale che stanno vivendo in ogni singola scena, rendendoli coscienti del “qui e ora” ma anche delle conseguenze “appese alle stelle”.

Ultima modifica: 13 Luglio 2014  alle ore 16:12   |   Commenti (0)   |   Scrivi

16 Maggio 2014

JULIET 2014

JULIET

2014


back

inside

Verona


ritorno in città


 

III edizione


 giugno – SETTEMBRE


2014 HIGHLIGHTS :

 

26 maggio:

PORTAMI CON TE: UN DOMANI PER GRETA E DAVID – concorso di scrittura per le scuole sec di primo grado  - Biblioteca Civica -  Premiazione

21 giugno

Giardini P.zza Indipendenza - Romeo & Juliet CONTEST - Inaugurazione Festival

Dal 23 giugno: Biblioteca Civica: esposizione CONCORSO FOTOGRAFICO

Fine giugno: JULIET IN FELTRINELLI: incontri letterari


30 giugno 7, 14, 21, 28 luglio 4, 11, 18, 25 agosto, 1 settembre ore 20.30: Tomba di Giulietta: OPERA IN LOVE – ROMEO & JULIET


Dal 7 al 12 luglio : Biblioteca Civica: ACTING SHAKESPEARE: LABORATORIO

10 – 17 – 24 - 31 luglio ore 19.30: GIOVEDI’ ALLE SGARZERIE.

12 luglio: SHAKE MOB alla Biblioteca Civica

20 luglio: Piazza dei Signori: Antony O’Bresky per la Festa dei Capuleti.


Dal 20 al 24 luglio:

Piazze e luoghi Shakespeariani

GIULIETTA E ROMEO RE LIFE: RIEVOCAZIONE STORICA



In luglio: SHAKE MOB DOWN TOWN – NEI QUARTIERI


1 agosto: LETTERE D’AMORE SCRITTE A MANO - nuova sede del club di Giulietta


“for never was a story of more woe,

than this of Juliet and her Romeo”

William Shakespeare, Romeo and Juliet, epilogue

 
 

Il pensiero principale, nell’affrontare l’allestimento della terza edizione di JULIET è stato ascoltare le forze contrapposte che albergano in ognuno di noi. La spinta verso fuori e l’ascolto del dentro, il voler partire per la nostalgia del ritornare, il futuro e il passato. E la necessità di confrontarsi con entrambi.

Verona vive ed ha vissuto nel mito di Giulietta e Romeo: l’emblema dell’Amore per il mondo e il vicino della porta accanto per il cittadino. Con il risultato di due forme di conoscenza che non si incontrano.

Vorrei provare a colmare questa mancanza, cercando di capire, incontrare, vivere con Verona e i veronesi il mito, e ritrovarmi con loro fianco a fianco, per la strada, nelle scuole, nei locali. E farli diventare protagonisti del loro mito.

Vorrei accogliere i visitatori, amanti, turisti, appassionati, curiosi continuando a dare vita al mito che conoscono, e vedere e far vedere come può cambiare la vita scenica di Giulietta e Romeo: dal classico allestimento di Opera in love, ma in uno dei luoghi riconosciuti da tutti come “tempio dell’amore” la tomba di Giulietta, al ritorno in vita nei tempi e luoghi Shakespeariani, quel RE-LIFE che vuole vivere lo spazio e tempo scritti 400 anni fa.

Nell’anno del 450° anniversario della nascita di Shakespeare essere omaggio veronese al bardo che scelse la nostra città e la issò a simbolo.

E continuare a credere che, dall’Inghilterra all’Italia, dalla Spagna alla Germania, dalla Grecia alla Francia, esista una CULTURA COMUNE EUROPEA che nasce proprio dai grandi pensatori, scrittori, poeti che hanno abitato quest’Europa prima di noi, e che hanno creato il Canone Occidentale (per approfondire leggere Harold Bloom) in cui tutti noi possiamo riconoscerci.

Che Opera in love sia la capofila di un progetto europeo sulle città dell’amore (EUROPE IN LOVE – Europa enamorada), che Opera in love in questo autunno inverno abbia girato l’Europa nelle fiere turistiche (Londra, Berlino) per conoscere e farsi conoscere dalle organizzazioni internazionali di turismo, che Opera in Love stia per entrare nel comitato scientifico del II Congresso Internazionale delle Rievocazioni Storiche (Teruel- Ottobre 2014), sono segni che indicano che un percorso è iniziato, che gli ormeggi sono mollati e che la rotta è tracciata.

Al programma la parola, senza dimenticare che anche quest’anno Juliet sosterrà MEDICI SENZA FRONTIERE, e che cercherà di sviluppare lavoro per giovani artisti, di promuovere l’ospitalità veronese, di integrare l’offerta culturale e turistica per essere al passo coi tempi nel rispetto della città, dei suoi abitanti, dei suoi ospiti

 

The main thought , dealing with the preparation of the third edition of JULIET was listen to opposing forces that dwell in each of us . The push towards outside and listening to the inside, wanting to leave for the nostalgia of return , the future and the past. And the need to deal with both.

Verona lives and has lived in the myth of Romeo and Juliet : the emblem of love for the world and the next door neighbor to the citizen. With the result of two forms of knowledge that do not meet.

I would try to fill the gap , trying to understand , meet and live with Verona and their citizen the story, and meet up with them side by side , on the street , in schools, in the premises. And they become the protagonists of their myth.

I would like to welcome visitors , lovers, tourists, fans, curious continuing to give life to the myth that they know and see and show how it can change the life stage of Romeo and Juliet: from the classic Opera in love, for the first time located in one of the "temple of love ", Juliet's tomb, to the “return to life” in Shakespearean times and places , the RE- LIFE who wants to enjoy the space and time written 400 years ago.

In the year of the 450th anniversary of the birth of Shakespeare be Verona tribute to the bard who chose our city and hoisted as a symbol .

And continue to believe that , from England to Italy , from Spain to Germany , from Greece to France, there is a COMMON EUROPEAN CULTURE that is born from the great thinkers, writers , poets who have inhabited this Europe before us, and that have created the Western Canon in which we can all recognize .

That Opera in love is the leader of a European project on the city of love (EUROPE IN LOVE - Europa enamorada ); that Opera in love in this autumn and winter has turned the tourism fairs in Europe ( London , Berlin, Milan) to hear and be learn from international organizations of tourism; that Opera in Love is about to enter the scientific committee of the Second Congress of the International Pageants (Teruel - October 2014 ) , are signs that indicate that a route is started , that the moorings are give it up and that the route is plotted .

Program to the stage … not forgive to mention that this year Juliet will seek to develop work for young artists, to promote the hospitality of Verona, to integrate the cultural and tourist offer in order to be abreast of the times in respect of the city , its inhabitants , its guests.

 

La idea principal , que trata de la preparación de la tercera edición de JULIET era escuchar a las fuerzas que habitan en oposición en cada uno de nosotros. El empuje hacia afuera y escuchar el interior , con ganas de irse por la nostalgia del regreso, futuro y pasado. Y la necesidad de hacer frente a ambos.

Verona vive y ha vivido en el mito de Romeo y Julieta : el emblema del amor por el mundo y el vecino de al lado a los ciudadanos. Con el resultado de dos formas de conocimiento que no cumplen .

Me gustaría tratar de llenar el vacío, tratando de comprender , conocer y vivir con Verona y los ciudadanos el mito, y reunirse con ellos al lado del otro , en la calle, en la escuela, en el local. Y se convierten en los protagonistas de su mito.

Me gustaría dar la bienvenida a los visitantes , amantes, turistas , aficionados , curiosos seguiendo de dar vida al mito de que ellos saben y ver y muestran cómo puede cambiar la vida escenica de Romeo y Julieta, de la preparación clásica de OPERA I LOVE, pero en uno de los “templo del amor" reconocido por todos, la tumba de Julieta, para volver a la vida en los tiempos y lugares de Shakespeare , el RE -LIFE que quiera disfrutar espacio y tiempo escrito hace 400 años.

En el año del 450 aniversario del nacimiento de Shakespeare ser Verona homenaje al bardo que eligió nuestra ciudad que enarboló como símbolo .

Y seguir creyendo que , desde Inglaterra a Italia, de España a Alemania , de Grecia a Francia , hay una cultura europea común que nace de los grandes pensadores , escritores, poetas que han habitado esta Europa que nos ocupa, y que han creado el canon occidental en lo que todos podemos reconocer .

Que Opera in love es el líder italiano de un proyecto europeo sobre las ciudades del amor (Europe in love - Europa enamorada ), que Opera in love en el otoño y el invierno ha convertido las ferias de turismo en Europa ( Londres, Berlín ) para escuchar y ser aprender de las organizaciones internacionales de turismo, que Opera in love está a punto de entrar en el comité científico del II Congreso internacional de fiestas y recreaciones històricas ( Teruel -Octubre de 2014) , son los signos que indican que se ha iniciado una ruta, que los amarres se dan y que la ruta se representa gráficamente .

Dejamos las palabra a el programa , pero sin mencionar que este año JULIET apoyará ,MEDICI SENZA FRONTIERE, y tratará de desarrollar el trabajo de artistas jóvenes , para promover la hospitalidad de Verona, para integrar la oferta cultural y turística con el fin de estar al tanto de los tiempos en respecto a la ciudad, sus habitantes , sus huéspedes.

Ultima modifica: 16 Maggio 2014  alle ore 15:06   |   Commenti (0)   |   Scrivi

14 Aprile 2014

L'ULTIMA TENTAZIONE

PRESENTAZIONE

“L’Ultima tentazione” racconta l’umana difficoltà di una scelta. In scena una danzatrice e un attore prendono per mano lo spettatore e lo accompagnano nell’ipotesi del cedimento che il Dio fatto uomo avrebbe potuto vivere.

Il racconto vede un futuro in cui Gesù e Maddalena sposati ricevono le visite di Paolo e di Giuda. Sarà il confronto con quest’ultimo che creerà  in Gesù la condizione per rimettere in discussione il cedimento supposto e per rivelare così come il tutto non fosse altro che il dilatarsi del pensiero nell’attimo prima di morire sulla croce.

Teatro, danza e musica intrecciati per un percorso in cui la relazione uomo-donna e la scelta condivisa sono vincenti.

 

NOTA dell’Autore

 “E se la tentazione del Potere nulla aveva potuto, la melliflua promessa di una semplice e normale vita riuscì invece  a far breccia nel cuore indebolito di un Messia tradito e solo. Ecco l’ultima tentazione di un angelo satanico: Gesù, ti libero dal dolore, il Padre tuo ti ha abbandonato, scendi dalla croce. Vivi le gioie terrene e l’amore  di una donna. Ecco, la Maddalena.

Liberamente ispirato a L’Ultima Tentazione di Nikos Kazantzakis questo testo fa rivivere un Gesù che ha ceduto alla beatitudine dell’amore di una donna rinunciando al richiamo della missione salvifica per il mondo. Ma una strenua lotta continua a divampare in lui.

Ripercorre il sentiero battuto dall’Autore è stato come seguire le tracce di un vecchio maestro che, a sua volta, aveva percorso con saggezza una già difficile e ardua via di pensiero, muovendosi tra mille ostacoli e spianando così la strada ad una nuova immagine del Cristo”.


RINGRAZIAMENTI

Grazie all’Ass. Gatto Rosso che ospita il debutto allo Spazio SCART, ad Alice Benedetti per il costume di Maddalena, ad Elena Roversi, nostra personal trainer, Tabula Rasa, Martina e Luciano Benedetti per materiale scenotecnico e al cuore che ci guida sempre.

Ultima modifica: 14 Aprile 2014  alle ore 02:56   |   Commenti (0)   |   Scrivi

14 Maggio 2013

Io mi batto!

Visto? Il raggio di luna che mi è venuto a prendere?
...
Non voglio il vostro appoggio, null'altro che le piante.
Lei viene.
Mi sento già di marmo raggelante.
Inguantato di piombo.
Ah, poichè ella è in cammino nadrò ad incontrar la sua falce col mio destino.
Voi che dite?
Non serve?
Lo so bella scoperta.
Ma perchè battersi solo quando la vittoria è certa?
Più bello quando è inutile, fra schiocchi di scintille
ah .... chi sono tutti quelli ...
ah ma siete mille e mille.
ah si, vi riconosco, nemici miei ossessi, menzogne, codardie, doppiezze compromessi.
Lo so che alla fine mi darete del matto ... che importa ...
io mi batto, io mi batto, io mi batto ...!
Oh, voi mi strappate tutto, l'alloro e la rosa, servitevi ...
malgrado voi mi resta un'altra cosa che è mia.
E quando è sera entrerò in quel di DIo.
Spazzerà il mio saluto, l'azzurro sfavillio.
E offrirò ... con l'orgoglio
che mai macchiai nè macchio ...
l'indomita purezza ... del
...
...
...
mio pennacchio!"
TELA

Ultima modifica: 14 Maggio 2013  alle ore 00:26   |   Commenti (0)   |   Scrivi

18 Gennaio 2013

OPERA IN LOVE - ROMEO AND JULIET - VERONA 15, 16 FEBBRAIO ore 19.30

VERONA

S. Maria in Chiavica Church

Via S. Maria in Chiavica, 7


VERONA IN LOVE


15th and 16th of february at 7.30 pm (infoline 3356317228)

Tickets: € 13,00 - € 10,00


OPERA IN LOVE - ROMEO AND JULIET


Verona is the Italian city known all around the world for the story of the  star cross’d lovers: ROMEO AND JULIET.

At the same time Verona is home to one of the world largest  roman  amphitheatres, the ARENA, which presents a lyrical summer opera season  that has been running since 1913.

Now, with “OPERA IN LOVE” the two Verona excellences share their emotional strength in a new performance.

Romeo and Juliet will come alive through Shakespeare’s words combined with  famous operatic  arias for the emotional climaxes. A dancer representing the soul provides a bridge between the story and the audience.

The audience will  enjoy this journey of love in a Romanesque church (XII  century), accompanied by an accomplished pianist.



OPERA IN LOVE - ROMEO AND JULIET


SHAKESPEARE’S  PLAY  MEETS  MOST  FAMOUS  OPERA ARIAS

 

interpreters:

 

GIULIA TOMELLERI - JULIET

SOLIMANO PONTAROLLO - ROMEO

 

SONIA PERUZZO  (Soprano) – juliet’s soul

ANDREA CORTESE  (Baritono) - capulet

 

GIORGIA OLIVIERI (Dancer) – verona’s fighter’s – lady capulet

 

GERARDO FELISETTI: Piano director

 

COSTUMES:

IMPERIA

 

ORGANIZATION:

SILVANO DALLA VALENTINA

 

DIRECTED BY:

Solimano Pontarollo


PRODUCED BY:


ANTEPRIMA OPERA


SOLEDARTE


OPERA SYNERGY


SYCAMORE T COMPANY



Ultima modifica: 26 Gennaio 2013  alle ore 12:56   |   Commenti (0)   |   Scrivi

7 Gennaio 2013

DALLA PAGINA FACEBOOK DI NATALINO BALASSO

VENEZIA - 4 GENNAIO 2013 - Laura Barbiani, che da dieci anni presiede il Teatro Stabile del Veneto potrebbe lasciare il suo incarico, ma non lo Stabile. Transiterebbe dalla poltrona di presidente a quella di direttore, ora occupata dall’attore e regista Alessandro Gassman. Lo scrive oggi il quotidiano La Nuova Venezia. Barbiani verrebbe sostituita alla presidenza da Angelo Tabaro, da molti anni segretario regionale per la Cultura del Veneto.
Un fatto decisamente insolito e sorprendente – scrive il quotidiano – quello di un dirigente che improvvisamente cambia mestiere e passa dalla parte amministrativa a quella artistica. Tanto più che il contratto di Gassman scadrebbe soltanto nel 2014, ma l'attore e regista potrebbe rimanere in un ruolo di consulenza artistica.

Comment:
Veramente, la poltrona di direttore non è molto occupata da Alessandro Gassman, che come tutti gli artisti che occupano anche ruoli dirigenziali si fa i cazzacci suoi, compresi pessimi cinepanettoni, delegando a figure ombra la gestione reale dello stabile. Che una figura amministrativa passi al ruolo di direttore è più che normale, visto che gli Stabili tra poco non avranno più una lira e che l'ultimo dei problemi sarà quello artistico, ma sarà più pressante far quadrare i conti. Quello che però io vi chiedo è: che cazzo c'entra tutto questo con il teatro? Non è l'ennesima dimostrazione che nonostante il manifesto fallimento del nostro sistema politico che ha ingigantito la corruzione, si continua come se niente fosse successo, con l'apparato che ingoia debiti estratti alle tasche di chi lavora? Che cazzo c'entra Zaia, perché dovrebbe nominare chi deciderà quello che la gente andrà a vedere a teatro? Io personalmente posso fregarmene, visto che pur non avendo mai lavorato con lo Stabile del Veneto e non essendo mai stato chiamato al Verdi di Padova (è un teatro di 700 posti e io sono un artista minore) l'ultima volta che sono stato a Padova ho fatto 1800 spettatori paganti senza nessun abbonamento. Non è quindi a me che penso quando dico che sono preoccupato. Sono molto preoccupato per chi il teatro lo fa con passione e capacità da anni ed è costretto da questi amministratori fagocitanti a lavorare in piccoli spazii, tirando fuori quello che può, tenendo corsi per far quadrare i bilanci, chiedendo allo Stato l'elemosina di 10.000 euro l'anno. Il fondo per il cinema o lo spettacolo in Francia è di 4 miliardi di euro, in Italia è di 400 milioni. La differenza è che di quei 400 milioni, da noi, agli artisti vanno solo le briciole. Tutto il resto serve all'apparato.

Ultima modifica: 7 Gennaio 2013  alle ore 23:01   |   Commenti (0)   |   Scrivi

26 Novembre 2012

OPERA IN LOVE - ROMEO & JULIET

VENEZIA
PALAZZO CAVAGNIS
ORE 18.00

OPERA IN LOVE - ROMEO & JULIET

 

 

SHAKESPEARE’S  PLAY  MEETS  MOST  FAMOUS  OPERA  arias

 

La tragedia shakespeariana incontra le piu’ famose arie d’opera

 

 

INTERPRETI:

 

GIULIA TOMELLERI - GIULIETTA

SOLIMANO PONTAROLLO - ROMEO

sONIA PERUZZO  (Soprano) – juliet’s soul

ANDREA CORTESE  (Baritono) - capulet

GIORGIA OLIVIERI (Dancer) – verona’s fighter’s – lady capulet

MATTEO SALVEMINI: MAESTRO AL piano

 

COSTUMI:

IMPERIA

 

ORGANIZZAZIONE:

SILVANO DALLA VALENTINA

 

REGIA:

solimano Pontarollo

 

 ENGLISH SPEAKING

 

Da un’idea di: Silvano Dalla Valentina, Andrea Cortese, Sonia Peruzzo, Solimano Pontarollo e la consulenza artistica del Maestro Matteo Salvemini




Ultima modifica: 26 Novembre 2012  alle ore 10:08   |   Commenti (0)   |   Scrivi

15 Settembre 2012

SOLEDARTE PONTI SUL MINCIO: apertura iscrizioni e cambio orari TEATRO

Dopo la lusinghiera prima settimana di apertura a PONTI SUL MINCIO da lunedì sono aperte le iscrizioni alla scuola.

 

L'orario ha subito una piccola variazione per inserire il teatro nelle tre fascie d'età: BAMBINI - ADOLESCENTI - ADULTI.

 

In riassunto:

 

TEATRO BAMBINI 18.30 - 19.30 associabile per MUSICAL con DANZA MODERN 8 10 dalle 17.30 - 18.30 del venerdì o del mercoledì.

 

MUSICAL SUPERIORI 19.30 - 21.00 così suddiviso: 19.30 - 20.15 danza; 20.15 - 21.00 teatro

 

TEATRO ADULTI 21.00 - 22.30

 

SOLEDARTE DOC ACADEMY PONTI SUL MINCIO

 

Per informazioni la SEGRETERIA apre da lunedì 10 settembre con Marica e Barbara presenti dalle 16.30 alle 19.30.

 

INFO LINE VARHYNIA

347 2323799

 

 

LUNEDI'

Segreteria Barbara

 

15.30 classico superiori - Michela B

 

16.30 classico elementari - Michela B

 

17.30 classico medie - Michela B

 

18.30 modern medie - Tatiana

 

19.30 modern superiori - Tatiana

 

20.30 modern adulti - Tatiana

 

 

MARTEDI'

Segreteria Marica

 

16.30 acrobatica 8 - 10 anni - Giorgia

 

17.30 contemporanea medie - Giorgia

 

18.30 contemporanea superiori - Giorgia

 

19.30 Fitness - Isabel

 

20.30 Fitness - Isabel

 

 

MERCOLEDI'

Segreteria Marica

 

15.30 acrobatica medie - Giorgia

 

16.30 modern 5 7 anni - Tatiana

 

17.30 modern 8 10 - Tatiana

 

18.30 modern medie - Tatiana

 

19.30 modern superiori - Giorgia

 

20.30 modern adulti - Giorgia

 

 

GIOVEDI'

Segreteria Barbara

 

16.30 Hip Hop elementari + gioco scuola - Romina

 

17.30 Hip Hop medie - Romina

 

18.30 Hip Hop grandi - Romina

 

19.30 Fitness - Isabel

 

20.30 liscio

 

 

VENERDI

Segreteria Solimano

 

16.30 propedeutico 3 - 5 - Tatiana

 

17.30 modern 8 10 - Tatiana - associabile a TEATRO MUSICAL

 

18.30 TEATRO MUSICAL bambini - Solimano - associabile a danza modern 8 10 (mercoledì o venerdì orario 17.30 - 18.30)

 

19.30 DANZA MUSICAL superiori - Giorgia

 

20.15 TEATRO MUSICAL superiori - Solimano

 

21.00 TEATRO ADULTI - Solimano

Ultima modifica: 15 Settembre 2012  alle ore 16:09   |   Commenti (0)   |   Scrivi

9 Settembre 2012

10 SETTEMBRE: APERTURA A PONTI SUL MINCIO (MN) di SOLEDARTE DOC ACADEMY


Per informazioni la SEGRETERIA apre da lunedì 10 settembre con Marica e Barbara presenti dalle 16.30 alle 19.30.

 

INFO LINE 347 2323799


LUN
Segreteria Barbara
 
15.30 classico superiori Michela B
16.30 classico elementari Michela B
17.30 classico medie Michela B
18.30 modern medie Tatiana
19.30 modern superiori Tatiana
20.30 modern adulti Tatiana



MAR
Segreteria Marica

16.30 acrobatica 8 - 10 anni Giorgia
17.30 contemporanea medie Giorgia
18.30 contemporanea superiori Giorgia
19.30 Fitness Isabel
20.30 Fitness Isabel



MER
Segreteria Marica


16.30 modern 5 7 anni Tatiana
17.30 modern 8 10 Tatiana
18.30 modern medie Tatiana
19.30 modern superiori  Giorgia
20.30 modern adulti Giorgia



GIO
Segreteria Barbara


16.30 Hip Hop elementari + gioco scuola Romina
17.30 Hip Hop medie Romina
18.30 Hip Hop grandi Romina
19.30 Fitness Isabel
20.30 liscio


 
VEN
Segreteria Solimano


16.30 propedeutico 3 - 5 Tatiana
17.30 modern 8 10 Tatiana
18.30 teatro adolescenti Solimano
19.30 MUSICAL superiori / adulti (teatro: Solimano)
20.30 MUSICAL superiori / adulti (danza: Giorgia)


Ultima modifica: 9 Settembre 2012  alle ore 16:12   |   Commenti (0)   |   Scrivi

Precedenti | Successivi